Serie A

Serie A, stilato il “documento anti-crisi”: ecco le idee per salvare il calcio

Serie A e non solo, la FIGC invia al CONI il documento anti-crisi: niente soldi ma libertà di investire

L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport si concentra sul futuro del calcio italiano, messo a dura prova dal contraccolpo economico dovuto alla pandemia in atto. Per quanto riguarda la Serie A, i club sono già a lavoro sulla riduzione del 30% degli stipendi dei calciatori, un artificio che permetterebbe agli stessi di rientrare, almeno in parte, dalle perdite previste.

Questo espediente però non basta, ed è proprio per questo che la FIGC, nella giornata di oggi, invierà al CONI un documento stilato nelle scorse ore, il quale prevede una serie di punti chiave per salvare il calcio nostrano. I più rilevanti tra questi sono sicuramente due: la sospensione del canone per l’affitto degli impianti e l’estensione della cassa integrazione anche per i giocatori di Serie B e C con uno stipendio inferiore ai 50 mila euro l’anno.

Altro elemento chiave del documento è la libertà di investire in nuovi impianti, sgravando quindi il calcio da quella burocrazia che ad oggi ha bloccato moltissimi investimenti sul territorio. Le società dunque non sembrano intenzionate a chiedere soldi (che non ci sono) al governo, ma la libertà di investire per uscire dalla crisi imminente con le proprie forze.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close