Serie A

Serie A, ora tutto è cambiato: il nuovo scenario sull’eventuale ripresa

Serie A – Continua ad essere viva la questione su un’eventuale ripresa del campionato dopo la sospensione imposta dall’emergenza del Coronavirus. La Lega fino a qualche giorno fa era spaccata in tre tronconi. da una parte c’erano le squadre intenzionate a riprendere, “capitanate” da Napoli e Lazio. Dall’altro le società che invece sarebbero state favorevoli a ripartire direttamente dalla prossima stagione (come l’Inter). Nel mezzo chi invece osservava interessata, senza aver preso una vera e propria posizione.

Ebbene, stando a quanto riportato da La Repubblica, ora potrebbe esserci uno scenario radicalmente diverso. Innanzitutto la stagione eventualmente riprenderebbe intorno al 16 marzo. La fine sarebbe quindi prevista per metà luglio. Bisognerebbe quindi in questo lasso di tempo incastrare 12 turni di campionato. Resterebbe poi da affrontare la questione relativa alle Coppe europee e alla Coppa Italia.

Serie A, ecco il nuovo scenario

Ebbene, come detto, tutto questo potrebbe non concretizzarsi. Questo perché la mossa della Juventus potrebbe cambiare le prospettive. La società bianconera ha infatti chiesto ai suoi calciatori di rinunciare ad alcune mensilità del loro stipendio. Così facendo il bilancio accuserà in maniera inferiore il danno causato dalla sospensione della stagione.La necessità di riprendere a giocare infatti nasceva principalmente dall’intenzione di evitare un danno economico grave.

Se ora i club di serie A decideranno di emulare i bianconero tale scenario verrebbe scongiurato, e verrebbe meno il bisogno di giocare. A quel punto, come riportato dal quotidiano sopra citato, le uniche società che avrebbero intenzione di terminare il campionato sarebbero proprio Lazio e Napoli. I due club infatti vorrebbero raggiungere i traguardi che si erano preposti.A decidere sarà comunque il Governo.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close