Liga Spagnola

Barcellona, accuse di corruzione: i calciatori coinvolti

BARCELLONA – L’ex vicepresidente del Barcellona, Emili Rousaud, ha inviato un suo comunicato ai media spagnoli confermando che all’interno della società catalana esiste corruzione. Imminente la risposta dei dirigenti attuali che hanno subito confermato di voler agire per vie legali.

Nelle dichiarazioni si parla di violazioni delle leggi di antiriciclaggio per quanto riguarda alcune compagnie legate tra loro. Un caos amministrativo che si sta confermando anche negli ultimi giorni.

Barcellona: accuse di corruzione

Emili Rousaud ha inoltre confermato che le sue parole, oltre ad essere credibili, sono anche dimostrabili. In causa sono stati chiamati anche i calciatori Piquè e Messi.

L’esistenza di corruzione nei vertici del club. La tesi dell’Il riferimento è al caso I3 Ventures, l’agenzia di comunicazione legata a diverse pagine social che diffamavano gli ‘avversari’ pubblici di Bartomeu, Piquè e Messi inclusi. Le mie affermazioni categoriche su questo tema sono reali e dimostrabili e, quindi, la querela presentata non ha alcun fondamento. Avvertii il club di queste irregolarità e questo ha causato le mie dimissioni, ma è un obbligo morale denunciare pubblicamente l’accaduto”.ex vicepresidente:

 

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close