Serie A

Serie A, la decisione finale sul Var in campo: una novità

SERIE A – Il campionato ripartirà con la moviola in campo. Manca soltanto l’ufficialità del Governo, per quanto riguarda la data, ma gli arbitri potranno usufruire regolarmente dell’ausilio del Var.

Dopo le polemiche di Marcello Nicchi delle scorse settimane, sono state confermate le nuove norme di sicurezza e di organizzazione per consentire un lavoro regolare agli assistenti.

Serie A: le parole di Nicchi

Il numero uno dell’AIA, tramite la Gazzetta dello Sport, ha dunque confermato che la moviola ed i collaboratori in stanza vara saranno al loro posto durante il match. Le parole:

Il Var ci sarà anche alla ripresa. Le stanze con le apparecchiature saranno sanificate. Non possiamo comportarci come una squadra di club e portare in ritiro un mese arbitri che vengono da tutta Italia. Ma visto che si sono allenati basterà un primo ciclo di 7-10 giorni per riprendere la forma ottimale. Teniamo presente che l’arbitro non deve affrontare contrasti e scontri fisici. Poi a ridosso delle competizioni ci sarà un altro mini ritiro. Con test, controlli e tamponi. Il VAR? Sì, la società che si occupa di tutta la tecnologia ci ha assicurato che le stanze con le apparecchiature negli stadi saranno sanificate e si manterranno le distanze di sicurezza. Forse diminuirà il numero di persone: oggi sono sei, potrebbero essere meno, ma il VAR ci sarà”.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close