Serie A

Coronavirus, volano minacce trai club: polemiche e ripercussioni legali

CORONAVIRUS – L’annullamento di alcuni campionai e l’incertezza sulla ripresa in alcuni paesi potrebbero creare polemiche molto gravi. In Italia, infatti, è totale scontro tra Governo e Figc. Oggi, il numero uno dell’AIA, Marcello Nicchi ha attaccato con parole molto chiare dicendo:

“Non si può continuare a rimandare di 20-30-40 giorni decisioni prese da mesi. Se non ci sono a giugno le condizioni di rischio zero, come ci possono essere a settembre-ottobre le condizioni per un nuovo campionato? Vuol dire che questa fabbrica non riprenderà mai. E bisogna prendere coraggio e infondere coraggio a chi corre rischi tutti i giorni”.

Coronavirus: scontri in Francia ed Olanda

L’Eredivise, dopo aver annullato il campionato, potrebbe fare dei passi indietro a causa della reazione di numerosi club, che hanno confermato di voler procedere legalmente. E’ il caso del Cambuur, destinato alla promozione, che ha già deciso di fare causa.

Risposta negativa alla ripresa anche per quanto riguarda la Francia dove, Jean-Paul Delfraissy, ha dichiarato di voler attendere almeno il giorno 11 maggio. Data in cui verranno sbloccate numeroso attività.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close