Bundesliga

Coronavirus, sospeso un calciatore: violazione del protocollo

CORONAVIRUS – Il calciatore dell’Hertha Berlino, Salamon Kalou, è stato stato sospeso con effetto immediato dopo aver caricato una storia sul profilo Facebook per non aver rispettato le regole previste dal Decreto tedesco.

Il ragazzo, come dimostrano le immagini, è entrato in ufficio senza rispettare il distanziamento.Si è poi recato negli spogliatoi ed ha stretto la mano ai suoi compagni. Il video è poi terminato con le lamentele dell’ex Chelsea sul taglio degli stipendi approvato dal club e con l’ingresso in infermeria dove un suo compagno si è sottoposto al tampone.

Coronavirus: il comunicato del club tedeso

Le immagini di Salomon Kalou dal centro sportivo dell’Hertha sono assolutamente inaccettabili. Non può esserci tolleranza su queste cose, soprattutto pensando a quei giocatori e quei club che hanno aderito alle linee guida avendo capito la gravità della situazione. Inevitabile il provvedimento di sospensione da parte del club di appartenenza del giocatore, seguito da un comunicato. Salomon Kalou ha dato l’impressione, nel suo video, che i giocatori dell’Hertha non prendano sul serio le regole igieniche e di distanza prescritte dalle autorità sanitarie.. Il fatto che altri membri della squadra non lo abbiano richiamato per la sua cattiva condotta, e abbiano invece risposto al saluto con una stretta di mano, dimostra come i riferimenti alle regole di distanziamento e igiene debbano essere più continui

L’attaccante, che ha dichiarato di non essersi accorto del video, si è successivamente scusato ma le sue parole non sono servite ad evitare il provvedimento

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close