Premier League

Premier League, “minacciati” tre club: no ad abbracci e sputi

PREMIER LEAGUE – Dopo l’ufficialità della ripartenza del campionato tedesco, anche quello inglese si accinge a ripartire. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, però, non saranno concessi abbracci, scambi di maglie e sputi. Queste misure saranno applicate fin da subito e resteranno in vigore per almeno un anno per evitare di diffondere i contagi.

SI dovrà anche risolvere la questione legata a Norwich, Bournemouth e Aston Villa. Tali club sarebbero contrari alla ripresa ma sono stati minacciati di retrocessione in caso di opposizione.

Premier League: caos sulla ripresa

Sono necessari 14 voti a favore per terminare la stagione e lunedì sarà prevista una nuova riunione.Il chief executive dell’Aston Villa Christian Purslow, ha anticipato di opporsi per un motivo molto valido. Le parole:

“Devo fare l’interesse del mio club, che è particolarmente forte quando gioca in casa. Se le gare restanti si giocassero in campo neutro, per noi sarebbe un danno”.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close