Serie A

Serie A, dietrofront Spadafora: sí al 13 giugno e novità sulla quarantena

SERIE A – Vincenzo Spadafora smentisce le polemiche sulla ripresa del calcio fissata per il 13 giugno. Il Ministro dello Sport ha chiarito che la stagione si completerà se verranno rispettati tutti i protocolli e se arriveranno buone notizie dai contagi.

Inoltre,si è detto disponibile anche a cambiare le modalità della quarantena qualora ci dovesse essere un positivo nella rosa di una squadra.

Serie A: le parole di Spadafora

“Ci sono due cose importanti per il fischio d’inizio avvenga il 13 giugno: lunedì dovevano riprendere gli allenamenti sulle basi di un protocollo FIGC proposto dalla Lega Serie A un mese fa, dal presidente Dal Pino, oggi capiamo che la Lega ha difficoltà ad attuale il protocollo che ci ha proposto. Non lo abbiamo chiesto noi però, lo avevano proposto loro. Non hanno strutture o centri adatti e se ne rendono conto oggi, specie sull’autoisolamento. Lunedì ripartono tutti gli altri sport di squadra e possono continuare ad allenarsi distanziati, la FIGC può farlo con le regole degli altri sport. 

Quarantena?Sicuramente con l’evoluzione che avremo nei prossimi dieci giorni, quando ci sarà la vera riapertura, dal 18 maggio, se la curva del contagio lo consentirà, massima disponibilità a rivedere in maniera meno restringente anche questa regola. Nessuno ostruzionismo o voglia di creare difficoltà, ma le regole che sono in vigore devono essere rispettare”.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close