Serie A

Serie A, Gravina si sbilancia sulla riapertura degli stadi

SERIE A – Gabriele Gravina è intervenuto tramite ai microfoni di Radio Deejay ed ha parlato del calcio che sta per iniziare (campionato) e di quello già partito (Coppa Italia).

Il numero uno della FIGC ne ha anche approfittato per ritornare sul tema relativo agli stadi che, al momento, restano ancora vuoti. La speranza è che si possano riavere i tifosi già a partire da metà luglio secondo le norme di sicurezza.

Serie A: Gravina su stadi e Var

“Io mi auguro i primi di luglio. La prima settimana, massimo metà luglio. Questo significa che il nostro Paese ha buttato via quelle ultime restrizioni e siamo evidentemente usciti da questo momento particolarmente buio per il nostro Paese.

Io sono convinto che fra i tifosi e il calcio c’è stato un contatto continuo, un filo che non si è mai spezzato e quel filo è la passione che ha contraddistinto i vincoli forti. Abbiamo avuto momenti difficili, dove ancora una volta – e questa credo sia quasi una caratteristiche del nostro Paese – ci siamo fatti del male da soli. Abbiamo fatto di tutto per denigrare anche quegli aspetti positivi che abbiamo fatto come il fondo salva calcio. Immediatamente abbiamo demolito una delle più belle e uniche iniziative che hanno dato possibilità al nostro calcio di rilanciarsi. Anche ieri sera ha fatto discutere l’arbitraggio di Orsato solo perché si è consultato col VAR per un rigore. Noi amiamo farci del male, dobbiamo per forza cercare sempre di demolire anche quello che di positivo riusciamo a fare”.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close