Serie A

Lazio Cagliari, Zenga furioso: “Al var non sono seduti a prendere un caffè”

LAZIO CAGLIARI – La squadra di Simone Inzaghi vince grazie alle reti di Milinkovic Savic e Ciro Immobile. Il match è però caratterizzato dalle polemiche del tecnico della squadra ospite, Walter Zenga, il quale accusa la direzione arbitrale.

L’allenatore dei sardi recrimina per un tocco di mano del centrocampista serbo non sanzionato dal var in area di rigore.

Lazio Cagliari: le parole di Zenga

Con l’Atalanta vanno a rivedere il gol di Simeone con il braccio attaccato, a Firenze ce ne annullano uno per un fuorigioco di due millimetri. Questo è braccio largo ed è rigore con le regole di adesso, poi magari perdo la partita lo stesso, ma questi episodi determinano tante cose.  Non è corretto che non ti vengano date le cose che meriti, il braccio largo è evidente. Più rigori dati? Avevo detto la settimana scorsa che chi ha inventato questa regola ama il calcio-balilla, qui mi si è rigirata contro. 

ll braccio è nettamente largo e non capisco come al VAR non siano andati a rivederlo. Non c’è discussione sul braccio dentro o fuori, è rigore e basta. Perchè al Cagliari no e a tutti gli altri sì? Dopo un buonissimo primo tempo nel secondo siamo entrati un po’ disattenti, subendoli, ma alla fine anche con i ragazzini in campo abbiamo cercato il pari ed è una cosa positiva per noi, ma questi sono episodi che pesano e alla fine del campionato contano. Il regolamento parla chiaro, non c’è da discutere, il regolamento parla chiaro ed è rigore, punto e basta. Al VAR sono lì seduti non a prendere un caffè, perchè non vedono?”

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close