Estero

Russia, arbitro fischia rigore dubbio: test della macchina della verità

RUSSIA – Un arbitro ed un assistente rischiano di non arbitrare se il test della macchina della verità dovesse fallire. Dopo una partita tra lo Spartak Mosca e il Soci, la Federazione potrebbe adottare questa soluzione per fare chiarezza.

E’ la conseguenza ad un rigore fischiato ai danni della squadra ospite, ritenuto molto dubbio la presidente dello Spartak, Leodin Fedun. Quest’ultimo, contrario alla tecnologia in campo, ha minacciato addirittura di ritirare la squadra.

Russia: macchina della verità per due arbitri

Il direttore di gara ha assegnato il penalty senza guardare il var e questa scelta potrebbe rivelarsi decisiva per la sua carriera arbitrale.

Al momento, la Federazione ha sospeso il signor Kazartzev  ed il suo assistente proprio in attesa del test della macchina della verità.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close